2 minuti

Se sei una/o shopping online addicted, Snapfeet fa proprio al caso tuo!
Quante volte vi è capitato di acquistare capi d’abbigliamento piuttosto che scarpe online e dover rendere tutto perché non vi va bene niente?
A me sempre, tant’è vero che mia madre non ne può più di vedere che effettuo resi; si vergogna talmente tanto che mi convince a tenere gli articoli pur di non vedere il corriere al campanello per l’ennesima volta!

Circa un paio di settimane fa, mi è comparsa un’inserzione su un noto social network: un team cercava tester di scarpe a Padova, ed il mio numero di piede corrispondeva con quanto richiesto. Pronti via, l’undici aprile mi sono recata all’appuntamento e mi si è aperto un mondo.

Da subito sono stata incuriosita di cosa si trattasse; all’appuntamento mi sono trovata davanti una trentina di scarpe da provare, una volta solo la scarpa destra, un’altra volta solo la sinistra e, per finire, entrambe.
Per ciascun piede e ciascuna scarpa provata, dovevo rispondere a delle domande ben precise; lunghezza, girodita, collo, se mi erano strette, larghe, se le avrei tenute una volta arrivate a casa piuttosto che restituite e la vestibilità (se avevano una suola dura, morbida, comoda etc).


snapfeet

Come nasce Snapfeet?

Siamo nel 2010, all’epoca non c’era tutta questa tecnologia di oggi; l’era degli smartphone doveva ancora prendere piede, la maggior parte delle persone girava con telefoni con tastiere qwerty, scassatissimi 3310, qualche xpress music, htc curve 8520 ed iPhone 3GS erano per i più futuristi.
Eppure, in quel 2010, quattro ingegneri Vicentini, che lavoravano per un’azienda in ambito software, ebbero l’idea di creare qualcosa di magico. Dopo aver fatto un viaggio a Cambridge, nel cuore Britannico, ed aver visto un prototipo di software che creava dei render 3D, partendo da delle foto di oggetti vari, si misero davanti ad un tavolino e decisero di mettersi in gioco.

Furono quattro anni di continua ricerca, da quel lontano 2010, tra le giornate stressanti al lavoro e le nottate passate in bianco a pensare a nuove idee; indagini ed esperimenti erano all’ordine del giorno al fine di trovare un oggetto che fosse il fulcro delle loro ricerche: le scarpe.

snapfeet app

 

La voglia di provarci, di creare e di inventare, era talmente forte che quei quattro ragazzi, decisero di mollare il lavoro per dedicarsi interamente a quel progetto tanto sognato (ed agognato). Ci furono talmente tanti tentativi che l’idea iniziale non aveva nulla a che vedere con ciò che esiste ora. Ma per il Team, ciò che conta realmente, il filo conduttore, è come viene sviluppata l’idea di un progetto: nasce così Snapfeet.


Snapfeet è un’applicazione per dispositivi mobili, che ti permette di “provare” scarpe virtualmente.
Con provare si intende che, dopo aver effettuato una biometria al nostro piede (sempre mediante l’app, anche da casa nostra) Snapfeet ci consiglierà quale numero calza al meglio per noi, data la singola vestibilità delle varie calzature, senza dover provare alcuna scarpa fisicamente.
Grazie alla biometria, sapremo esattamente le dimensioni del nostro piede destro e sinistro (lunghezza, girodita e collo del piede).
Avremo a disposizione numerose scarpe, per ciascuna di essese l’applicazione ci dirà il numero ideale da acquistare — grazie alla funzione “FIT” —.

snapfeet app

L’applicazione per Android.


team Snapfeet

Con il Team Snapfeet, Greta (la mia omonima a destra) e due ragazzi Tester (dietro a me).

Vi invito a provare l’applicazione, scaricabile gratuitamente dai vari Store e se siete nei pressi di Padova, il Team Snapfeet vi aspetta per una prova scarpe!

Per maggiori info, visita il sito web sito web ufficiale.

Previous post

Cos'è l'email marketing?

Next post

A quanto possiamo vendere il nostro iPhone usato? [ed. 2018]

Greta Cavedon

Greta Cavedon

Ciao ✋🏻, io sono Gretaas e sono una nerd inside! 💻

Gli ingredienti della mia amata vita sono pochi ma buoni: informatica, musica 80s e Disco, correre e viaggiare. 👧🏻
Saltuariamente e sarcasticamente scrivo su Squerz, il mio sito un po' naïf! 💡