Le migliori app didattiche per i vostri tablet e smartphone

app didattiche

Le migliori app didattiche per tablet e smartphone sono uno dei temi più gettonati del momento ed in questo articolo vi voglio segnalare le applicazioni che conosco, uso e preferisco di più per la produttività a scopo didattico e non solo.

A causa dell’emergenza sanitaria attuale, da marzo ad oggi sono cambiate moltissime cose; prima fra tutte, che tocca la maggior parte delle famiglie italiane e non solo, è l’apprendimento scolastico ed universitario. Infatti, dalla scorsa primavera il mondo della didattica ha cambiato completamente forma, passando dalle classiche lezioni frontali a quelle digitali, con tanto di compiti, interrogazioni ed esami annessi.

Stare al passo con i tempi non sempre è così facile come sembra; spesso comporta intoppi e per la maggior parte delle volte le cause sono l’inesperienza e la scarsa familiarità con dispositivi ed applicazioni sempre più tecnologici ed innovativi.
In merito a ciò, vi voglio elencare alcune fra le migliori app didattiche per l’apprendimento didattico di studenti di tutte le età.

App Didattiche, parola chiave: Semplicità

Trovare le app didattiche che fanno al caso nostro non è facile: spesso si incappa in soluzioni poco intuitive, complesse e con una caterva di funzionalità accessorie.

Per questo motivo è importante scegliere accuratamente i propri strumenti al fine di ottimizzare (e risparmiare) il proprio tempo e la propria produttività.

Facciamo una cernita delle migliori app didattiche per tablet e smartphone che qualunque studente dovrebbe assolutamente avere (tutte le app didattiche a seguire sono gratuite, perlomeno per quanto riguarda la versione base).

Applicazioni di Produttività di Google fra le app didattiche

Primi strumenti che elencheremo sono quelli offerti da Google, un pacchetto di strumenti di produttività per la collaborazione e l’archiviazione di documenti disponibile su smartphone, tablet e persino PC.

Non è necessario dover scaricare tutte le applicazioni; anzi, è possibile scaricare solo ciò che è di nostro interesse e, per l’appunto, vi voglio segnalare:

  • Drive, ideale per tenere ordinati i propri file (mediante cartelle), scannerizzare documenti da caricare, condividere e visualizzare da uno o più dispositivi (tablet, smartphone e desktop);
  • Hangouts e Google Duo, due strumenti ideali per le videochiamate (anche tra compagni di corso/classe);
  • Classroom, uno strumento che aiuta studenti e docenti ad organizzare il carico di lavoro, migliorare e promuovere collaborazione e comunicazione;
  • Traduttore, una semplice applicazione che funge da traduttore. È anche possibile scaricare una o più lingue per tradurre frasi e testi anche se non si ha una connessione di rete attiva;
  • FormsApp, ideale per creare sondaggi e monitorare le risposte mediante grafici a torta;
  • Calendar, per annotare eventi, appuntamenti, orari delle lezioni, compleanni e quant’altro;
  • Tasks o Keep, ideali per spuntare checklist (cose fatte e non fatte);
  • Jamboard, una lavagna interattiva per far collaborare studenti ed insegnanti.

Per usufruire delle applicazioni per la produttività di Google è necessario avere una e-mail Google, una volta effettuato l’accesso nei propri dispositivi con il medesimo indirizzo sarà possibile vedere sincronizzati documenti, note e date di calendario nelle varie applicazioni.

Le applicazioni per la produttività di Google sono disponibili sia per Android che iOS (Apple).

Suite Microsoft fra le app didattiche

Un altro ambiente interessante, in particolar modo per chi dispone di dispositivi Microsoft Surface, è la Suite di Microsoft che funziona similmente a quella di Google.

Anche qui troviamo strumenti per la creazione e condivisione di file, quali:

  • OneNote, è un programma per la stesura di testi, la creazione di checklist ed un blocco appunti digitale. Utilizzando la combo Surface+Penna, OneNote potrà esprimere la sua massima potenza;
  • OneDrive, è un servizio di archiviazione e backup dati offerto da Microsoft. È ideale per salvare i propri documenti e poterli visualizzare in tutti i dispositivi (è l’analogo di Google Drive);
  • Teams, è una piattaforma di comunicazione e collaborazione che unifica chat e possibilità di chiamare e videochiamare colleghi e compagni di lavoro/corso.

Per tablet e smartphone è disponibile anche la Suite Office di Microsoft, con Excel, Word, Power Point ed altre note applicazioni.

Come per la Suite Google, anche la Suite Microsoft è disponibile sia per Android che iOS (Apple).

Archiviazione e Gestione di documenti in Cloud

Altre applicazioni che ritengo indispensabili sono quelle dedicate all’archiviazione e gestione di appunti, documenti e quant’altro.

Queste applicazioni permettono di rendere disponibili i nostri file su tutti i dispositivi in cui esse vengono installate; ciò significa che se carico i compiti di inglese in formato digitale su una di queste applicazione con lo smartphone, utilizzando l’account con cui sono registrata, posso visualizzare tali compiti anche dal tablet (utilizzando sempre le medesime credenziali di accesso).

Inoltre, si possono anche condividere cartelle con compagni di classe o di corso per collaborare a progetti di gruppo, ricerche e lavori collettivi.

Tali applicazioni vengono dette: Cloud Storage, dove ‘Cloud’ sta per nuvola e ‘Storage’ sta per conservazione.

I migliori servizi di Cloud Storage che consigliamo sono i seguenti:

  • Google Drive: come descritto precedentemente permette la condivisione, la creazione ed il caricamento di contenuti sfruttando il proprio account Google. Il piano base offre 15GB di spazio gratuito;
  • Dropbox: offre funzionalità simili a Google Drive. Il piano base offre 2GB di spazio gratuito;
  • Mega: è come Dropbox ma ha limiti di download giornalieri ed offre 50GB di spazio gratis per i nuovi utenti;
  • OneDrive: come già descritto permette condivisione, creazione e caricamento di contenuti sfruttando il proprio account Microsoft ed il piano base offre 5GB di archiviazione;
  • iCloud: servizio di Cloud Storage offerto da Apple (per dispositivi Apple), lo spazio di archiviazione gratuito è di 5GB;
  • Box: per utenti singoli si ha fino a 10GB di Storage.

Per tutti questi servizi è possibile effettuare un “upgrade” a pagamento (mensile o annuo) per aumentare efficienza e spazio di archiviazione.

In aggiunta, per la gestione di documenti, una fra le app didattiche da avere assolutamente è CamScanner; questa applicazione permette di scannerizzare pagine fisiche, tramite la fotocamera del proprio smartphone o tablet, e le trasforma in pratici PDF (ottima soluzione per esami universitari e compiti).

Tutti questi servizi sono disponibili sotto forma di app sia per Android che per iOS (Apple).

Piattaforme di lavoro condiviso

Ad affiancare i servizi di Cloud Storage, esistono delle app didattiche per la condivisione e la gestione di progetti, ricerche e lavori collettivi.
Tali applicazioni permettono di monitorare l’avanzamento di uno o più lavori collettivi, grazie a funzionalità, cruscotti statistici, aree in cui lasciare ‘post-it’ digitali e molto altro ancora.

Esistono svariate applicazioni che offrono tali servizi ma le migliori sono le seguenti:

  • Gdrive: ancora una volta Google Drive risulta vincente per questo tipo di mansioni;
  • Evernote: ideale per lavorare su note condivise;
  • Slack: si utilizza per inviare file e messaggi istantanei ai membri di un gruppo;
  • Monday.com: somiglia a Slack ma con qualche funzionalità in più;
  • Trello: un software gestionale simile a Slack;
  • GitHub: piattaforma per la gestione di progetti in ambito software – per i più smanettoni –.

Liste

Una buona prassi per essere sempre produttivi è quella di fare delle liste sui compiti che si hanno da svolgere in giornata, in settimana, in mese, in anno e così via.
Creare delle liste è una buona abitudine per ricordarci i compiti che si hanno ancora da fare e per spuntare quelli già svolti.

Vi sono numerose applicazioni per la gestione delle liste. Alcune fra le più belle sono le seguenti:

Sono tutte e quattro simili fra loro, Stuff è sicuramente la più accattivante per quanto riguarda la grafica ma Todoist offre molte features non banali e spesso molto apprezzate.

Produttività

È giusto inserire fra queste app didattiche anche una chicca spesso sottovalutata: il pomodoro.

Per chi non lo sapesse, il pomodoro è un timer che scandisce gli intervalli e le pause di studio. Una pratica soluzione mentre si studia, per non eccedere né con lo studio né con le pause.

Applicazioni che mi sento di consigliarvi sono: Clockwork Tomato per Android e Be Focused per iOS (Apple).

Durante la lezione

Non abbiamo ancora parlato di app didattiche da utilizzare, senza distrarsi, mentre si ascolta una lezione.
In questo caso, vi voglio consigliare: Notability, per prendere appunti scritti su iOS (Apple), Screencastify per registrare una lezione e, per chi dispone di tablet Apple con Apple Pencil, Apple Notes.

Notability e Screencastify sono disponibili sia per Android che per iOS (Apple) mentre Apple notes è disponibile solo per tablet con la mela.

Altri Strumenti Utili

Fra tutte le app didattiche che vi ho elencate precedentemente ne mancano sicuramente alcune, utili per la vita di ciascuno studente o per chi lavora nel mondo della didatticha (ma non solo).

Discord è una di esse; è uno stumento versatile, sebbene nasca come applicazione per chiamate e conversazioni scritte tramite chat per videogiocatori, perché permette conversare con amici e parenti (sia tramite chiamate che chat) ed è una valida alternativa ad Hangouts o Duo di Google.

Per tenere sempre sotto controllo i propri appuntamenti, assieme a Google Calendar, c’è My Study Life: un vero e proprio diario digitale dove segnare l’inizio delle lezioni e programmare lunghi pomeriggi di compiti a casa.

Per quanto riguarda l’ambiente matematico Wolfram Alpha farà sicuramente al caso vostro; è una applicazione in grado di risolvere qualsiasi problema matematico, dalle equazioni alle integrali senza dimenticare derivate e sommatorie. Una manna dal cielo per studenti universitari al primo anno che sono in procinto di passare analisi uno!

Infine, Anki e Quizlet due pratiche app didattiche che mediante flashcard a ripetizione permettono di fare esercizio ed imparare al meglio ciò che si sta studiando.

Discord, My Study Life, Wolfram Alpha, Anki e Quizlet sono disponibili sia per Android che per iOS (Apple).
In particolare, Wolfram Alpha è disponibile in versione gratuita limitata nelle funzionalità.

In copertina: McKaela Taylor | Unsplash.

Tags:

Greta Cavedon

Ciao ✋🏻, mi chiamo Greta e sono una nerd inside! 💻 Amo il web, l'informatica, la musica (la Disco e la Black Music 70s ed 80s), correre e viaggiare. 👧🏻 Vivo di crescita personale e cioccolata. 🍫 Saltuariamente e sarcasticamente scrivo su Squerz, il mio sito un po' naïf! 💡