2 minuti

Mancano pochissimi minuti dalla presentazione annuale di Apple, che quest’anno si svolgerà allo Steve Jobs Theater di Cupertino (che bella inaugurazione!), ed i rumors sono davvero tantissimi.
Il più chiacchierato iPhone di sempre è di certo questo: iPhone X (o iPhone 8?); sono trascorsi ben dieci anni dalla nascita del primo iPhone, il 2G introdotto nel mercato il 29 giugno 2007 e presentato a gennaio sempre dello stesso anno, ed ora non possiamo che aspettarci qualcosa di sfavillante.

Se all’epoca il 3.5 pollici faceva sognare milioni di appassionati, con il suo display touchscreen ed un sistema operativo disegnato su misura, iPhone X farà fantasticare con molto di più: si vocifera uno smartphone dallo spessore di 6,9mm, display OLED da 5.8″ e cornici ultra sottili, talmente sottili da occupare l’intero schermo – rimozione del tasto fisico “Home” –, tecnologia True Tone, già vista su iPad Pro, la quale regola e migliora colori e luminosità dello schermo.
Sotto la scocca, troviamo ben 3GB di memoria principale, sistema operativo iOS 11, processore SoC A11 con tecnologia produttiva a 10nm, batteria ancora da scoprire ma con maggiore autonomia delle attuali (speriamo).
Si mormora che la capienza partirà da 64GB, non più 32.
Qualcuno ha detto ricarica wireless? Probabilmente questo smartphone sarà dotato di ricarica wireless, grazie allo standard Qi, un sistema creato da Apple ed utilizzabile solo per prodotti della mela morsicata.

I colori disponibili: ceramic white e ceramic black. Ma mancheranno davvero all’appello il rose gold e l’oro? (questa moda del gorilla glass, come ad esempio in LG V30 presentato ad IFA e Galaxy Note ot..ops..)

iPhone 8/X | Fonte: Tom’s Hardware.

Altro piccolo dettaglio, non indifferente, il prezzo: a partire da 999$.


Curiosità software:

  • Face ID, lo smartphone riconoscerà il proprietario mediante un sistema 3D di riconoscimento facciale (grazie Samsung dell’idea!). Questo sistema sarà utile per sbloccare il telefono ed effettuare pagamenti tramite Apple Pay (introdotto anche su iMessage). Non funzionerà in casi di scarsa luminosità e con il telefono appoggiato ad una superficie piana.
  • Animoj, grazie al Face ID con Animoj potremo creare delle emoji animate (denominate proprio Animoj); insomma, delle nuove “faccine” evolute, personalizzabili con volto e voce di ciascun utente.
  • Home Bar, una nuova barra che svecchierà il tipico tasto “Home”, che ha caratterizzato dieci anni di iPhone. Una barra virtuale che simulerà i tasti per chiudere applicazioni, usare il multitasking ed altre numerose gesture.
  • Siri, l’amatissima intelligenza artificiale vocale avrà una nuova intonazione, una voce più naturale ed espressiva.

Oltre ad iPhone, arrivano altre novità in casa Apple: Apple Watch 3.

Non sono molte le news interessanti ma sono, oserei dire, sostanziali per i fanatici degli indossabili:

  • Connettività LTE, ci sarà una fascia di smartwatch di apple contraddistinti dalla connettività LTE; non saranno diversi dagli altri esteticamente, se non per una corona di colore rosso, ma saranno di certo gli Apple Watch più veloci di sempre (metaforicamente parlando)!
  • WatchOS 4, aggiornamento del sistema operativo di Apple Watch che porta con sé nuovi quadranti, come Siri che offre informazioni in merito ad agenda, orari, date e luoghi. Miglioramenti per quanto riguardano le applicazioni, quali la musica, che sincronizzerà in automatico le playlist in base ai brani più ascoltati di ciascun utente, e le funzioni per l’attività fisica. Insomma, un connubio perfetto tra musica ed attività fisica, il tutto collegato da Apple Watch ad AirPods.
  • Cinturini nuovi e coloratissimi, in abbinata alle possibili nuove casse, una con finitura dorata e l’altra argentata.
  • Pagamenti, pagamenti sempre più evoluti (evviva le compere)! Sfruttando Apple Pay si potranno inviare e ricevere pagamenti, da utente ad utente, tramite iMessage o Siri.

Siri su WatchOS 4 | Fonte: macitynet.it


Ultimo interesse principale di questo 12 Settembre: Apple TV.

L’aggiornamento più significativo sarà di certo il supporto ai video in risoluzione 4K e (forse) filmati in formato HDR – High Dynamic Range -, il massimo della definizione per i video.
Questo aggiornamento sarà possibile grazie al nuovo chip, più potente e performante.

Inoltre, il telecomando sarà sempre più smart.

E per iPhone 7S e 7S Plus? Beh, vi invito a seguire la presentazione ufficiale QUI, in diretta (per la prima volta) dallo Steve Jobs Theater a Cupertino tra.. 1h (alle 19:00, ora Italiana).

P.S. dimenticavo, buon decimo compleanno iPhone!

Previous post

Amazon Prime: la Mia Miglior Scelta

Next post

Apple a Wall Street: una borsa da mille miliardi di dollari

Greta Cavedon

Greta Cavedon

Hola!
Sono Greta, autrice di Squerz! Tutto quel che vedrete qui dentro beh.. È frutto di taaanta passione, voglia di fare ed un pizzico di follia!