4 minuti

Non servono grandi presentazioni; uno degli argomenti più trattati del web, in Italia, è sicuramente Iliad con la sua promozione da 5,99€ (o la nuova da 6,99€) al mese.

Iliad, società francese nel mondo delle telecomunicazioni dal 1990, da due anni è sbarcata in Italia e, lo scorso 29 maggio, ha lanciato un’offerta da fare concorrenza alle più note Vodafone, Tim, Wind – Tre. Sfruttando, in parte, vecchi ripetitori dismessi da Wind, offre minuti (con segreteria gratuita inclusa) e messaggi illimitati e ben 30GB di traffico dati in 4G, in Italia, o 2GB di internet dedicato all’estero, al mese a soli 5,99€.
Oserei dire, l’offerta più conveniente attualmente disponibile nel paese.

Nell’ultimo periodo, ci sono state parecchie rimodulazioni dei piani da parte dei vari operatori telefonici, sia per quanto riguarda la durata di ciascuna promozione (sia abbonamento che ricaricabile, sia casa che mobile), che per il costo della stessa e la maggior parte delle persone non ha fatto che lamentarsi di ciò.

Iliad, con la sua offerta vantaggiosa, nel giro di tre mesi, ha già raggiunto oltre un milione di clienti, tra richieste di portabilità e nuove sottoscrizioni, tant’è vero che molte persone hanno avuto la brillante idea di considerare la sostituzione della linea di casa con delle sim Iliad per chiamate e navigazione internet.
D’altronde, Iliad non pone vincoli: se si recede entro 14 giorni dalla sottoscrizione del contratto, si paga una penale, altrimenti non succede niente e da un giorno all’altro, uno potrebbe anche smettere di pagare la ricaricabile senza ripercussioni.


Nell’arco degli ultimi due anni, anche la sottoscritta ha cambiato diversi operatori e, con rimodulazioni del caso, ero arrivata a pagare circa 11,50€ al mese (di ricaricabile). Altri miei famigliari, clienti di una certa compagnia da anni, arrivavano a spendere anche 15€ al mese (senza nessuno sconto, nonostante la fidelizzazione) per non avere niente, rispetto a ciò che offriva la concorrenza.

Diciamocelo subito, cambiare operatore a volte è impegnativo; bisogna trovare una buona offerta o fare una triangolare, andare in un centro autorizzato o trovare un operatore virtuale o acquistare l’offerta online, fornire un documento valido, pagare il costo della sim, il costo di attivazione della promozione e, spesso, una piccola ricarica.

Iliad, con 16€ comprende la sim (costo di 9,90€), che arriva a casa (spedizione inclusa con corriere rapidissimo) o la si può fare in una simbox fisica, in uno dei punti indicati sul sito, e la prima mensilità (del costo di 5,99€).
Inoltre, la portabilità è gratuita ed avviene nel giro di qualche giorno.

Il costo del trasferimento del credito residuo è di 1,50€ (scalati dal credito).

Tutto molto vantaggioso!


Iliad dopo un mese di utilizzo

Ho testato la copertura di Iliad nella tratta solita che percorro quotidianamente in treno qui in Italia, che con Wind e, inaspettettamente, Vodafone non era eccelsa.
Iliad sembra essere, a tratti, leggermente migliore rispetto le altre due; se prima rimanevo per un’intera fermata senza connessione, più aree limitrofe, ora riesco a navigare discretamente bene, perlomeno nelle vicinanze di quella stazione (si tratta della linea Schio – Vicenza – Padova, dove la stazione con più problemi è Dueville, in cui difficilmente si riesce ad usufruire di tutti i servizi di telecomunicazione –sì, è un posto dimenticato da Dio!–).

Per quanto riguarda l’estero, ho qualche nota da fare: sono stata in diverse capitali Nord-Europee e zone adiacenti, nell’ultimo periodo, utilizzando il roaming.
Per buona parte delle volte Iliad ha funzionato, switchando su altre reti (tra cui Tele2 e simili).

Se in quattro paesi su cinque, sono riuscita ad utilizzare il roaming, al quinto paese ho avuto grossi problemi: sarà un paese fuori dal mondo ma in Lettonia, principalmente nella capitale Riga, non ho proprio avuto copertura anzi, l’unica voce disponibile era “Solo chiamate di Emergenza”.

Vi giuro che non ho toccato gli APN o fatto magheggi strani nel telefono: ho provato anche a cambiare telefono, utilizzando sempre la medesima SIM, pensando che fosse quest’ultimo ad aver problemi ma niente, il risultato era lo stesso.

Iliad, problemi con il servizio su Android e iOS.

L’accaduto risale a venerdì scorso (3 agosto 2018); ho contattato l’assistenza clienti via Twitter il giorno stesso senza ricevere una risposta, dunque sono rimasta fino al lunedì senza un briciolo di servizio, tantomeno per una chiamata, ma solo con chiamate di emergenza.

Lunedì ho ricevuto una risposta, dopo un’ulteriore segnalazione pubblica su Twitter:

Ciao, che dispositivo utilizzi? Hai verificato la configurazione APN? Il dispositivo è aggiornato con l’ultima versione del software? In caso di APN ok e software aggiornato puoi mandarci gli screenshot della configurazione?
Team iliad

Ho risposto e, ad oggi, sto ancora attendendo un riscontro invano.


A mio parere, Iliad è giovanissima e l’offerta che offre è molto conveniente ma deve ancora crescere.
Banalmente, oggi ho chiamato un mio amico, anch’esso con Iliad; mentre lo chiamavo lui stava navigando in 4G e non ha mai ricevuto una mia chiamata, se non un messaggio di notifica dopo averlo chiamato.
Sul web in molti riscontrano questo bug e affini.

Inizialmente, appena fatta la SIM, non riuscivo a ricevere i messaggi con dei codici di accesso automatici/conferma della banca piuttosto che di PayPal o altri siti simili; ad oggi il problema non si è più ripresentato.

Io sono a favore di Iliad (ho fatto passare persino mia madre, fedele a Vodafone dall’era dei dinosauri), nonostante l’accaduto, e mi auguro il buon Benedetto Levi possa ricevere segnalazioni come questa, e che risolva i vari problemi esistenti, altrimenti non la vedo una grande “#Rivoluzione” di qualità ma solo di quantità.


Aggiornamento 15 Agosto 2018

Online ci sono molte segnalazioni in merito a ritardi nella portabilità da Vodafone ad Iliad (similmente, anche da Vodafone a Ho Mobile – sempre di Vodafone, ma con un’offerta molto più conveniente –).
Normalmente, tempo di portabilità del numero è di 2-3 giorni lavorativi.
Superati questi tempi canonici, è possibile richiedere un indennizzo.

Per ogni giorno di ritardo, l’indennizzo è di 2,50€ (al giorno) fino ad un massimo di 50€, che verrà erogato sul credito residuo entro 30 giorni dalla ricezione della richiesta.

Per richiedere un indennizzo basta inoltrare una richiesta al servizio clienti iliad (177) oppure tramite PEC ([email protected]), tramite FAX (02 30377960) o raccomandata (Iliad Italia S.p.A., CP 14106, 20146 Milano).

Consiglio, inoltre, di controllare il trasferimento del credito residuo dal vecchio operatore, se richiesto alla sottoscrizione del nuovo contratto iliad.
Il costo del trasferimento del credito residuo è di 1,50€ (scalati dal credito).


Aggiornamento 18 Agosto 2018

Alcuni clienti hanno riscontrato problemi su rete Iliad: difficoltà nel ricevere ed effettuare chiamate (senza ricevere alcuna notifica).

Il motivo è dato dal fatto che stanno facendo dei miglioramenti sulla linea e la richiesta è stata superiore al previsto (o meglio, questo è sostenuto dal servizio clienti).

Per risolvere il problema, basta mettere il telefono in modalità aerea e poi tornare in modalità normale, di modo che il telefono ricerchi la rete.
Così dovreste ovviare e risolvere il problema.

Aggiornamento 2 Settembre 2018

Abbiamo provato ad effettuare e ricevere delle chiamate da/per un cliente Iliad, in un tratto della Milano-Venezia con scarsa copertura.
Il mittente delle chiamate, dopo l’improvvisa caduta della linea, non è più riuscito a chiamare né ricevere chiamate da parte nostra per un tot di tempo. Senza neanche ricevere il messaggio di segreteria/notifica chiamata.
Dopo uno svariato tot di tempo, il cliente è tornato ad effettuare e ricevere chiamate (in una zona coperta, senza aver messo/tolto la modalità aerea del telefono).

Previous post

La mia esperienza con Nokia Steel Rose Gold [RECENSIONE]

Next post

Italo Disco: i brani più famosi degli anni '80

Greta Cavedon

Greta Cavedon

Ciao ✋🏻, io sono Gretaas e sono una nerd inside! 💻

Gli ingredienti della mia amata vita sono pochi ma buoni: informatica, musica 80s e Disco, correre e viaggiare. 👧🏻
Saltuariamente e sarcasticamente scrivo su Squerz, il mio sito un po' naïf! 💡