3 minuti

Nonostante la rinomata fiera di Barcellona, che si tiene ogni anno in questo periodo, Mobile World Congress cominci domani, oggi c’è stata la presentazione di alcuni top di gamma (non solo smartphone) quali LG, Huawei e Samsung.

Visto che qualche giorno fa avevamo parlato proprio di LG, con il suo G5 e l’audio Bang & Olufsen, volevo approfondire il discorso dato che è stato svelato l’arcano.

Stiamo parlando di un telefono modulare, un telefono “innovativo”; probabilmente non è stato progettato per essere un telefono comodo, confortevole, forse ergonomico sì (almeno per quanto riguarda certi aspetti) ma andiamo subito a scoprire il perché e, soprattutto, cosa significa quel modulare.

LE CARATTERISTICHE PRINCIPALI:

  1. Display da 5.3 pollici QuadHD (2560×1440 / 554ppi),
  2. case in metallo disponibile in quattro colorazioni (nero, argento/silver, oro e rosa),
  3. processore Snapdragon Qualcomm 820,
  4. 4GB di RAM (Lpddr4),
  5. 32GB di memoria espandibile fino a ben 2TB tramite Micro SD,
  6. Batteria removibile da 2800mAh,
  7. Sistema operativo Android 6.0 Marshmallow,
  8. Doppia fotocamera posteriore, una da 16mp e l’altro sensore da 8mp (identica a quella montata sul modello precedente, G4),
  9. Fotocamera anteriore da 8mp,
  10. USB Type-C,
  11. Connettività 4G/LTE.

ALTRE NOVITÀ INTERESSANTI:

Il display di questo smartphone ha il “vantaggio” di essere costantemente illuminato (modalità di schermo “Always-On”), per mostrare ora, data, meteo e notifiche principali senza dover sbloccare il telefono ogni volta.
Questa introduzione della modalità Always-On, già introdotta lo scorso anno in un altro telefono sempre della casa coreana (il V10), ha la capacità di scaricare la batteria solo dello 0,8% ogni ora (teniamo presente che la batteria è da 2800mAh).
Comunque, non temete! Grazie ad un sistema di retroilluminazione intelligente, implementato nel dispositivo, il telefono dovrebbe garantire l’autonomia fino a sera sebbene venga utilizzato costantemente.

Altra novità è la funzione grandangolo della fotocamera; la fotocamera posteriore ha la possibilità di realizzare foto, panoramiche e video con un grandangolo di 135°, simile all’effetto fish-eye prodotto su GoPro ed altre action cam disponibili nel mercato.
Dettaglio carino e non indifferente è la possibilità di poter creare filmati a risoluzione 2K.

Ma è proprio della fotocamera che vi voglio parlare, e non solo…

PLAYGROUND (Il Parco Giochi del G5.. Per non annoiarsi mai!):

Nella scatola del telefono, quando viene acquistato, non troveremo solamente il tipico caricatore e le cuffie che si trovano su qualsiasi telefono (eccetto qualche versione di nexus, aimè).
Troveremo anche tre tipologie di “moduli” differenti, perché, come potete vedere nella foto che ho inserito sopra, il telefono ha un vano estraibile ed “espandibile”.
La parte inferiore (e non nella parte posteriore come i classici telefoni) del G5 si può, appunto, estrarre.
Dall’estrazione di essa, troveremo lo slot della batteria ed altre curiose innovazioni “Hi-Tech”:

  1. Vano base dove viene inserita la batteria, con il logo del marchio LG
  2. LG Cam Plus, un accessorio che ci permetterà di scattare foto e video in maniera più ergonomica, grazie ai tasti posti in luoghi confacenti (i tasti sono tre, sostanzialmente: zoom in/out con rispettiva rotellina posizionata nell’angolo superiore destro, attivazione/disattivazione della fotocamera da display on, switch fotocamera/videocamera) ed il materiale “simpatico” con il quale questo gadget è stato realizzato; materiale che funge da “anti-scivolo”, permettendoci di utilizzare i widget fotocamera ed il telefono con una sola mano.
    LG Cam Plus ha anche il vantaggio di aggiungere alla batteria di base, una batteria da 1200mAh (utile quando dovremo girare video, magari in 2K).
  3. modulo DAC (Digital Analog Converter), un modulo Hi-Fi, prodotto grazie alla collaborazione con la casa Danese specializzata in apparecchi audio Bang & Olufsen, il quale ha lo scopo di migliorare notevolmente l’audio del telefono ed al quale potremo collegare cavo jack o utilizzarlo semplicemente come “amplificatore”.
    Il supporto audio offerto con questo modulo, che consente l’audio in alta definizione, è di 384KHz. Eventualmente può essere usato come DAC Hi-Fi per qualsiasi altro dispositivo (come un PC).

Inoltre, collegando un cavo USB al nostro terminale, avremo la possibilità di guardare video in 3D, tramite “360VR” una funzione che permetterà al nostro telefono di introdurci in una realtà virtuale.
Altro accessorio che non passa inosservato è il Robot Rolling Bot, una sottospecie di palla sferica che ci aiuta a tenere sotto controllo, comunicando con lo smartphone, il nostro ufficio/casa/stanza anche a debita distanza ed impostare data e ora di accensione/spegnimento/stand-by dei nostri elettrodomestici legati alla domotica, il tutto tramite la porta infrarossi del robottino.

Fonte: lastampa.it

Fonte: lastampa.it – Playground (contenuti compresi nella confezione) e Friends (elementi non presenti nella confezione ma acquistabili separatamente)

Lo svantaggio dei moduli Playground è quello che, ogni volta che dobbiamo cambiarli, rimuovendo la batteria (che dovremo collegare al modulo che vogliamo utilizzare), conseguentemente, il nostro telefono si spegnerà.

Sicuramente un giocattolino in vendita a non meno dei concorrenti top di gamma del mercato di fascia medio/alta; prezzo stimato a partire da 700€.
Verrà commercializzato a partire da aprile di quest’anno.

QUI LE NOVITÀ SU SAMSUNG GALAXY S7 E S7 EDGE.

Thanks to lastampa.it e corriere.it.

Previous post

LG, il nuovo G5 con qualità audio firmata B&O

Next post

Novità sulle SIM e dati LTE; le ricerche portate al Mobile World Congress

Greta Cavedon

Greta Cavedon

Hola!
Sono Greta, autrice di Squerz! Tutto quel che vedrete qui dentro beh.. È frutto di taaanta passione, voglia di fare ed un pizzico di follia!